Assemblea PD: Dario Corallo attacca Burioni? Perché?

Diatriba Corallo vs. Burioni

A prescindere dal fatto che la trovo davvero stucchevole e inutile, proviamo un attimo a capirci qualcosa di più.

Cosa ha detto Dario Corallo?

Qui sotto il video dell’intervento:

Questo è il passaggio su cui mi vorrei soffermare:

“…Il 99% delle persone semplicemente non può competere e noi abbiamo voluto raccontare l’1%. 

E noi, invece, a quel 99% lo abbia umiliato come un Burioni qualsiasi che si diverte a bulleggiare chi invece con le proprie parole ha espresso semplicemente un dubbio.

Non ci rendiamo neanche conto che abbiamo elevato a scienza assoluta quelle che sono scelte politiche, di solito di destra…”

Corallo, durante l’assemblea PD, ha detto sostanzialmente che il PD dovrebbe “Puntare” sul 99% della popolazione italiana che, di fatto, non si può considerare come elitaria, come invece l’1% degli Italiani a cui, secondo lui, il Partito Democratico si starebbe rivolgendo.

In mezzo a questa nutrita fetta della popolazione (dove mi inserisco anche io) bisogna dire che però sono presenti quelle che io chiamo simpaticamente “capre saccenti”. Queste sono le stesse persone che gente come Burioni, dall’alto dei suoi studi e pubblicazioni, si permette di Blastare (Corallo dice “bullizzare”).

Ebbene, io non sono d’accordo con la visione di Dario Corallo.

Prima di tutto dobbiamo dire che il 99% della popolazione contemplato dal giovane Corallo è davvero molto eterogeneo: ci sono persone intelligenti, normali, pacate e poi ci sono le “capre saccenti”: persone arrabbiate, poco inclini all’approfondimento, ignoranti, urlatrici, furbe.

Cosa dovrebbe dire un professore come Burioni a chi non ha studiato e spara delle vere e proprie minchiate, spacciandole per verità assolute (vedi no-vax, terrapiattisti, simpatizzanti dell’omeopatia, ecc.)? “Bravi, sparate pure tutte le minchiate del mondo contro la scienza, in virtù della lettura del sito http://mammesuperinformatecontroivaccini.altervista.org”?

No, dai. Corallo, non diciamo minchiate.

Cosa c’è da salvare quindi?

In questo passaggio, per me, il giovane ha preso una vera e propria cantonata. E non c’entra niente il suo discorso, nelle parti precedenti e successive. Questa se la doveva proprio risparmiare.

Pensa davvero che il Partito Democratico debba arruffianarsi questa gente? Spero di no.

Che il PD debba smettere di elucubrare e invece agire in mezzo alle piazze, in mezzo alle persone comuni? Sono d’accordo.

Che debba accogliere le istanze di tutti, soprattutto degli ultimi? Sono d’accordo.

Non sono però minimamente d’accordo sul fatto che si debbano rincorrere gli argomenti e gli istinti delle “capre saccenti”. Eh, no! Questo no. Questo lasciamolo fare ai 5S.

Questo per me non è in discussione: se sei una capra, studia e poi confrontati correttamente con chi ne sa molto più di te; abbi la modestia di metterti seduto ad ascoltare ed imparare.

Altrimenti, dai retta ai dottori perché, quando starai male veramente, Google non ti potrà curare.

Precedente Servizio RAI sul livello idrometrico del lago di Bracciano Successivo Raddoppio della linea FL3 Roma-Viterbo: grandi novità!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.